Case Study

Champion

Champion Europe e Board: un nuovo approccio ai processi di Assortment e Merchandise Planning

CHAMPION EUROPE S.p.A. è leader nella ideazione, sviluppo e distribuzione di abbigliamento sportivo, calzature e accessori per squadre amatoriali o professionali in Europa. Fondata nel 1919, conta circa un migliaio di dipendenti e 150 negozi. L’immagine distintiva del brand Champion è legata a una reputazione internazionale di innovazione e affidabilità nella fornitura di prodotti duraturi per un’ampia varietà di sport.
Nel 2011, in concomitanza con l’unificazione dei sistemi gestionali della catena retail monomarca Champion e multibrand Game 7 Athletics, Champion Europe ha voluto unificare e consolidare le attività della funzione Retail in merito ai processi di Store Sales Target, di Merchandise e di Assortment Plan.
La situazione che ha portato Champion Europe a considerare la scelta di uno strumento di Business Intelligence, Planning e Corporate Performance Management era rappresentata da varie difficoltà all’interno dell’ufficio acquisti retail e nella collaborazione con l’ufficio vendite.
Dovendo gestire tutti i processi di pianificazione, assortimento, stock, ribassi, prezzi e promozioni - spiega Stefano Neri, Head of Management Information System Department - le operazioni dei buyer senior e junior erano estremamente farraginose e ad alto rischio di errore, dovuto all’utilizzo di numerosi fogli excel e al mancato allineamento tra le informazioni di file prodotti da persone diverse. Inoltre, anche per i responsabili di area arrivare ad avere una visione globale e integrata risultava molto dispendioso dal punto di vista operativo; l’intero processo risultava molto rigido, un fattore di grande criticità per un settore come quello della moda, caratterizzato dalla rapidità di mutamento e da un ciclo di vita dei prodotti molto breve. Inoltre, anche la possibilità di avere una corretta visibilità sui dati di pianificazione era estremamente complessa: ottenere una piena comprensione delle informazioni su più dimensioni (brand, linee, geografie) richiedeva lunghi processi di rielaborazione dei dati.

La scelta: Il valore della flessibilità

L’obiettivo prefissato era quello di ottenere un processo integrato con dati certificati, facilmente verificabili, analizzabili su più dimensioni e revisionabili utilizzando una soluzione software che garantisse la protezione dei dati da possibili errori o perdite.
La flessibilità è stata uno dei principali criteri di software selection che ha portato Champion Europe a preferire Board rispetto ad altri competitor: abbiamo iniziato con la valutazione di strumenti nati esplicitamente con la logica di processi di assortimento e di pianificazione degli acquisti, – afferma Stefano Neri - ma erano troppo “blindati” per le nostre esigenze. Siamo quindi passati a valutare strumenti di pianificazione più facilmente modellabili.
La scelta è caduta su Board che si è dimostrato estremamente flessibile e semplice da modificare: un grande vantaggio soprattutto nel caso di processi aziendali che possono subire dei cambiamenti e che non essendo sempre definiti nei minimi dettagli a priori, devono esser gestiti con strumenti capaci di adattarsi con estrema velocità al cambiamento, anche durante le varie fasi del progetto stesso.

La soluzione: un ciclo di pianificazione integrato

Le aree di implementazione del progetto sono state principalmente tre:

  • Retail Merchandising Plan, con cui gestiamo una pianificazione merceologica delle tipologie e quantità di prodotto da inserire nel corso dell’anno sulla rete per collezione di acquisto;
  • Retail Assortment Plan, che – sulla base del Merchandising Plan e degli obiettivi di vendite e stock -definisce il piano acquisti della merce declinato per Brand, categoria merceologica e punto vendita;
  • Purchase Order a fornitore, che consiste nell’apertura degli acquisti di collezione su dimensioni di SKU (style-color-size), Punto Vendita e periodo di consegna.

 

Si parte quindi dai dati storici caricati automaticamente dall’ERP Stealth 3000 per arrivare ad una pianificazione delle disponibilità lato fornitura. Inoltre, Board viene utilizzato anche per un processo di forecasting degli obiettivi di vendita, determinati in Board a livello di store/giorno, “normalizzando” gli effetti non replicabili per ottenere una baseline affidabile. Board si è dimostrato uno strumento molto vantaggioso anche nell’ottica “Wholesale” per la pianificazione acquisti per ordini “Blind” e “Forecasting”: Champion ha cominciato a evolvere verso un modello di ordini al fornitore “al buio”, cioè prima di avere l’ordine cliente, basandosi sull’analisi dei dati storici o sugli articoli continuativi, in modo da far iniziare la produzione il prima possibile per adeguarsi alle nuove condizioni del mercato. Questo processo – potenzialmente rischioso – è stato senza dubbio ottimizzato e reso più sicuro grazie alle funzionalità di Board. Adesso in Champion mondo Wholesale e Retail sono pienamente integrati.

I benefici: un investimento ripagato in meno di un anno

Le utenze di Board sono distribuite per l’80% circa presso l’Ufficio Acquisti di Champion Europe, per il restante 20% nell’ufficio vendite, e sono utilizzate da planner e buyer: Board ha portato dei vantaggi estremamente facili da percepire in azienda – afferma Stefano Neri - prima le persone lavoravano ognuna con una propria logica, con file excel separati e tutti gli errori del caso. Il processo implementato ha portato i risultati attesi: adesso l’integrazione è totale, sia con il gestionale, sia tra le varie fasi del processo e dei reparti coinvolti. Il processo di simulazione e revisione, inoltre, è molto più facile e abbiamo riscontrato una evidente riduzione dei tempi di pianificazione. Anche se non abbiamo una precisa misura del ROI possiamo affermare con sicurezza che l’investimento si è ripagato in tempi rapidissimi nell’ordine di meno di un anno.